Sei qui

ELENA BRESCIANI BALDI

IL MOMENTO DEL MISTERO

 

Per il ritorno di Rosa il tempo sembrava essersi vestito a festa.

 

Dopo due settimane di pioggia quasi ininterrotta, che aveva messo a dura prova i corsi d'acqua, il terreno e l'animo stesso delle persone, il cielo, a perdita d'occhio, era di un celeste pallido uniforme ed il sole appariva nitido e splendente, anche se incapace di infondere calore: una giornata bellissima, considerando che era dicembre inoltrato. Le montagne innevate, l'aria decisamente fredda e la straordinaria luminosità dell'atmosfera preannunciavano un bellissimo Natale e Rosa se ne stava tornando finalmente a casa, ansiosa di ritrovare il calore delle sue stanze e dei suoi cari.

 

Seduta sul sedile posteriore dell'auto, volgeva di qua e di là quei suoi splendidi occhi vellutati, osservando il traffico caotico e l'andirivieni affannoso della gente tipico del periodo prenatalizio.

Iscriviti alle news