Sei qui

GIANLUCA VIVACQUA

SEI STORIE DI QUADERNI

 

DANNATO MARADONA

 

A lui il calcio, in fondo, non interessava. Ma agli altri sì. E se portava in classe articoli di cartoleria che avessero qualche riferimento anche solo velato con la seria A, e magari con qualche squadra avversaria, erano guai.

 

Era il 1987. la Juventus era appena passata dalle capaci mani di Trappattoni a quelle altrettanto collaudate di marchesi, ma il periodo d'oro sembrava finito. Platini era all'ultimo anno anno in bianconero: avrebbe chiuso col botto la carriera alla corte dell'Avvocato?

 

Appariva grigio l'orizzonte per gli juventini, non solo a Torino; le cricche degli amanti della zebra in tutta Italia si erano messe ad odiare colui che stava definitivamente oscurando l'astro di Roi Michel. 

Iscriviti alle news