Sei qui

MARIA LUISA CAVALLI

COME LA TANA DEL TASSO

 

PARTE PRIMA

 

GIACOMO

 

E la colomba si alzò, E la colomba volò, Giacomo la seguì direttamente con lo sguardo, verso l'immenso orizzonte scarlatto del tramonto. Tese la mano: non sapeva neppure lui se per difendersi la vista dagli ultimi bagliori del sole morente o se per acchiappare con la mente l'immagine via via più incerta e sfocata di quella bianca creaturra che vagava aerea, stagliandosi con il corpo alato dove lui non sarebbe mai potuto arrivare. Chiuse gli occhi e per un momento se ne andò con lei. Non importava dove. Purché fosse lontano. Ma era inutile. Sospirò. Gettò un'ultima ardente occhiata all'infinito cielo della montagna, raccattò la gruccia e si eresse a stento in piedi.

Iscriviti alle news