SILVIA COLONNA

Incanto (pagine di Linda)

 

Racconto 1 – Rosso relativo

Ho bisogno di scrivere, di lasciare una traccia di me che possa ricordarmi, quando la mia mente non sarà più in grado di farlo, chi sono e cosa sono. Osservo le righe del diario, cercando le parole giuste per imprimere i miei pensieri, sperando quasi che siano le righe stesse a suggerirmi cosa scrivere e come. Stringo maggiormente la penna fra le dita, la punta sospesa a pochi chilometri dal foglio. Poi accade.

Una goccia. La vedo gonfiarsi nella parte sottostante della mia biro, si stacca e cade sulla carta immacolata, la macchia per qualche istante prima che venga assorbita. C’è chi la chiamerebbe allucinazione, per me non è così. So cosa sta per accadere, ma anche se non volessi non posso comunque smettere di fissare il mio diario. E’ il mio mondo e a me piace perdermici quando il dolore diventa troppo forte.

 

< precedente